POSITAL
Indirizzo e-mail o password errati. Si prega di riprovare.

Nonostante il contesto difficile - FRABA è cresciuta globalmente del 6.2% nel 2019

corporate_2020_news_page

In un quadro caratterizzato da controversie commerciali e problemi strutturali in settori chiave come la costruzione di macchinari e l'industria automobilistica, il gruppo internazionale FRABA ha registrato una sana crescita a livello mondiale del 6.2% nel 2019 (fine anno 31 dicembre). Le vendite globali sono state di poco superiori a 37 milioni di Euro, mentre i livelli di personale in Europa, Asia e Stati Uniti sono rimasti sostanzialmente costanti a 230 dipendenti. "L'aumento della redditività è stato ancora più forte dell'incremento delle vendite, per cui siamo stati nuovamente in grado di intensificare gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo di nuovi prodotti," dice l'azionista di maggioranza e CEO Christian Leeser. FRABA impiega ogni anno un buon 10% delle vendite del gruppo nel suo centro globale di Ricerca & Sviluppo ad Aquisgrana, in Germania, dedicato alle innovazioni dei sensori.

FRABA entra nell'anno del Corona virus con prodotti innovativi e aree di lavoro digitali-virtuali

La crescita nel 2019 è dovuta principalmente a due prodotti innovativi per il marchio POSITAL parte del gruppo (motion control and position sensors). I nuovi encoder kit ad albero cavo, che sono dotati di funzionalità multigiro autoalimentate e senza batterie, segnano il passo del feedback motore integrato e godono di una ricezione estremamente positiva da parte dei produttori di robot e cobot. Nel contempo, la serie di inclinometri dinamici TILTIX con compensazione dell'accelerazione ha registrato una forte domanda. Grazie ad un doppio sistema di misurazione, alla potenza di calcolo e ad un algoritmo sviluppato ad Aquisgrana, i nuovi sensori TILTIX forniscono letture di posizione a basso disturbo, anche in presenza di elevati livelli di accelerazione e vibrazioni. Essi garantiscono precisione, maggiore sicurezza e riduzione dei costi di esercizio per macchine mobili, escavatori, gru e mezzi pesanti.

Il sistema di produzione modulare e scalabile di FRABA si concentra sulla 'personalizzazione di massa' e 'lot-size-one', mentre il suo portafoglio è caratterizzato da prodotti innovativi come i nuovi kit ad albero cavo per 'Robotics 2.0' e i sensori Dynamic TILTIX. Tutto questo colloca FRABA in una posizione favorevole per il futuro. "I nostri nuovi encoder in kit da 22 mm si uniscono ai loro "fratelli maggiori" da 36 mm di grande riuscita nel campo della retroazione integrata dei motori", spiega Leeser. "È il più piccolo kit di encoder al mondo multigiro autoalimentato. Presentato come prototipo alla fiera SPS in Germania alla fine del 2019, prevediamo di avviare la produzione in serie nella seconda metà del 2020". Soprattutto nel campo dei piccoli azionamenti, il CEO di FRABA vede un futuro brillante per i dispositivi da 22 mm - se non ci fossero le sfide e l'incertezza causate dal Corona virus.

kit_encoder_family_adj_590

"Covid-19 e la pandemia rendono le previsioni attendibili estremamente difficili sull'andamento del mercato a medio termine," dichiara Leeser. Eppure, il volume degli ordini nel primo trimestre è addirittura cresciuto dell'8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il CEO di FRABA è convinto che il vasto posizionamento dei prodotti POSITAL in segmenti a prova di futuro, come le apparecchiature medicali e farmaceutiche, l'industria alimentare e il settore della logistica, si sia rivelato un vantaggio significativo. L'importante è che finora tutte queste catene di fornitura sono rimaste intatte e la produzione nella fabbrica digitale, che ha continuato a funzionare durante il blocco, è stata a prova di Corona. "Il nostro più grande vantaggio è stato quello di esserci affermati come una società 'diversa' molto tempo fa - con una gerarchia piatta, processi completamente digitalizzati, un concetto di ufficio flessibile che consente di lavorare da casa e una politica di "libro aperto" che incoraggia il processo decisionale di tutti i nostri dipendenti,” afferma Leeser. "Ecco perché la trasformazione verso la 'nuova normalità' del lavoro nel tempo di Covid-19 è stata per noi relativamente facile".

"Quello che ci aspetta è difficile da prevedere", sottolinea Leeser nel suo ultimo Video News. "Dobbiamo prepararci - come squadra - a tutto, sperando in una breve recessione a forma di V, ma anche pianificando la possibilità di una più lunga recessione a forma di U". Sapremo padroneggiare sia l’uno che l’altro caso! "